seguici su Facebook seguici su Twitter

News & Promozioni

Traduzione per l’Ordre National des Vétérinaires

Se siete laureati in veterinaria e volete lavorare in Francia, bisogna iscriversi all’ Ordre National des Vétérinaries.

Requisiti per l’iscrizione

Per lavorare come veterinario in Francia, è necessario soddisfare le seguenti condizioni:

  • avere la nazionalità di un paese dell’UE, del SEE o della Svizzera
  • avere un diploma francese o europeo riconosciuto
  • parlare fluentemente in francese
  • essere iscritto all’Ordine dei veterinari

Se siete in possesso dei requisiti potete visitare questa pagina (clicca qui) dell’Ordre National des Vétérinaries, dove troverete tutte le informazioni necessarie per l’iscrizione.

Qui vengono elencati soltanto i documenti di cui viene richiesta la traduzione:

  • Certificato di laurea o pergamena
  • Abilitazione all’esercizio della professione
  • Casellario giudiziale (ricordate che la validità del casellario all’estero è di 3 mesi)

Che tipo di traduzione richiede l’Ordre National des Vétérinaries?

 Per l’Ordre National des Vétérinaries, non occorre procedere ad una traduzione asseverata/giurata, ma una traduzione certificata sarà sufficiente inoltre è più economica.

Se desiderate una consulenza in merito alla traduzione dei vostri documenti è sufficiente che ci inviate via e-mail a info@oltrelingua.it o su WhatsApp al 3519668975 una scansione o foto dei documenti da tradurre.

Traduzione per il Consejo General de Enfermería in Spagna

Se siete degli infermieri e progettate di andare a lavorare in Spagna, qui troverete alcune informazioni utili in merito ai documenti che occorrono per l’iscrizione all’albo degli infermieri in Spagna. L’organo a cui fare riferimento per iscriversi è il Consejo General de Enfermería.

La procedura di registrazione

Il Consejo General de Enfermería prevede una procedura di registrazione specifica per gli infermieri residenti negli Stati Membri della Comunità Europea. Nota bene che per poter lavorare come infermiere, è necessario iscriversi a una degli albi professionali diffusi in tutta la Spagna, che sono coordinati dal Consejo General de Enfermería.

Di seguito in elenco alcuni Albi professionali:

  • Albo professionale di Andalusia
  • Albo professionale di Asturias
  • Albo professionale Baleari
  • Albo professionale delle Canarie
  • Albo professionale Castilla – La Mancia
  • Albo professionale Castilla – Leon
  • Albo professionale della Catalogna
  • Albo professionale di Madrid
  • Albo professionale Paesi Baschi
  • Albo professionale di Valencia

Documenti richiesti

Il riconoscimento in Spagna delle qualifiche sanitarie rilasciate da uno qualsiasi degli Stati membri dell’Unione Europea è regolato dal Real Decreto 581/2017 del 9 giugno (ai sensi della direttiva 2013/55/UE del Parlamento Europeo). Pertanto il primo passo è quello di omologare il proprio titolo di studio attraverso il Ministerio de Sanidad, Consumo y Bienestar Social.

Oppure è possibile saltare questa procedura se si possiede o richiede la Tessera Professionale Europea (EPC).

La tessera professionale Europea (EPC) è una procedura elettronica ed è possibile utilizzarla per avere le qualifiche professionali riconosciute in un altro paese dell’UE. È più facile e veloce da gestire rispetto alle procedure di riconoscimento delle qualifiche tradizionali.

Il Consejo General de Enfermería richiederà che tutti i documenti siano in copia compulsada.

Cosa si intende per copia compulsada?

Non è altro che una copia autenticata dei vostri documenti, pertanto è sufficiente recarsi in un ufficio comunale oppure da un Notaio per effettuare una copia conforme all’originale.

I documenti richiesti ai fini dell’iscrizione sono:

  • Certificato di laurea (copia autenticata)
  • Certificato di laurea con materie (copia autenticata)
  • Onorabilità (copia autenticata)
  • Conformità (copia autenticata)
  • Carta di identità / Passaporto (copia autenticata)

Che tipo di traduzione richiede il Consejo General de Enfermería?

Non occorre procedere ad una traduzione asseverata/giurata, ma una traduzione certificata sarà sufficiente inoltre è più economica.

Se desiderate una consulenza in merito alla traduzione dei vostri documenti è sufficiente che ci inviate via e-mail a info@oltrelingua.it o su WhatsApp al 3519668975 una scansione o foto dei documenti da tradurre.

General Pharmaceutical Council

Se sei un farmacista in cerca di occupazione, in Gran Bretagna potresti trovare il tuo “posto al sole”, malgrado la proverbiale uggiosità inglese. Il paese d’oltremanica, infatti, offre numerose opportunità di lavoro in questo campo.

Il settore farmaceutico inglese è sensibilmente diverso da quello  italiano, un farmacista può lavorare non soltanto nelle piccole farmacie private, ma anche nella sanità pubblica, soprattutto negli ospedali, o anche nelle grandi catene come Boots, Superdrugs, Tesco, ASDA, Sainsbury’s e Morrisons. Le opportunità certamente non mancano.

Chiunque voglia lavorare come farmacista in Gran Bretagna, sia egli inglese o straniero, deve essere iscritto al General Pharmaceutical Council (GPhC),  che è l’ente nazionale competente per i farmacisti e i tecnici di farmacia in tutto il paese.

Le regole per l’accesso alla professione farmaceutica e l’iscrizione all’ordine variano a seconda che si tratti di candidati inglesi, provenienti da paesi comunitari o extracomunitari, abilitati o meno allo svolgimento della professione nel proprio paese di origine. In genere, l’abilitazione alla professione conseguita in Italia risulta sufficiente per fare domanda di iscrizione all’ordine inglese.

I requisiti per potersi iscrivere  come farmacista sono:

  • essere cittadino di uno Stato facente parte dello Spazio Economico Europeo (EEA in inglese);
  • aver completato un corso di studi in farmacia e avere quindi conseguito il titolo abilitativo a lavorare come farmacista nel proprio paese;
  • essere registrato (o averne i requisiti) presso un’associazione professionale nel proprio paese.

Sul sito ufficiale del GPhC è possibile consultare la guida specifica a disposizione per i cittadini non britannici ma europei che intendano iscriversi all’ente (EEA qualified pharmacist information pack).

I documenti da presentare, richiesti ai candidati italiani sono:

  • certificato di laurea
  • certificato di abilitazione all’esercizio della professione di Farmacista
  • certificato del Casellario Giudiziale
  • copia autenticata del passaporto o del documento di identità (nel caso di quest’ultimo deve essere “valido per l’espatrio”)
  • certificato di nascita

L’ente inglese consiglia esplicitamente di non inviare i documenti originali, bensì le copie certificate.

Cosa possiamo fare per voi?

Ai fini dell’iscrizione al GPhC, eseguiamo le traduzioni certificate dei vostri documenti, così come richieste dall’ente.

Se desiderate una consulenza in merito alla traduzione dei vostri documenti è sufficiente che ci inviate via e-mail a info@oltrelingua.it o su WhatsApp al 3519668975 una scansione o foto dei documenti da tradurre, in due giorni lavorativi riceverete le traduzioni a casa.

Traduzioni HCPC, Health and Care Professions Council

Se avete una laurea nel campo sanitario e volete trasferirvi nel Regno Unito per esercitare la vostra professione dovrete iscrivervi all’HCPC. Cosa è l’HCPC? E’ l’Health & Care Professions Council l’organo inglese preposto al riconoscimento dei titoli di studio esteri per le professioni sanitarie.

Chi può iscriversi

Possono richiedere iscrizione tutte le professioni legate al mondo sanitario, qui  possiamo elencarne alcune:

  • Tecnico Radiologo
  • Assistente Sociale
  • Biologo
  • Fisioterapista
  • Logopedista
  • Ortottista

Cosa bisogna fare per iscriversi

Per iscriversi occorre scaricare dal sito dell’HCPC l’application form a questo indirizzo (lo trovate qui)

Inoltre viene richiesto un altro documento il “legible certified course information form”  dove dovrete inserire i contenuti dei vostri corsi assieme alle ore di frequenza (lo trovate qui)

Quali sono i documenti da tradurre?

I documenti da tradurre richiesti dall’ente inglese sono:

  • una fotocopia autenticata del passaporto
  • una fotocopia autenticata della carta di identità
  • il certificato di laurea o diploma supplement con elenco delle materie sostenute e i tirocini
  • certificato di iscrizione all’albo di appartenenza

Ricordate che l’HCPC non accetta semplici fotocopie quindi tutti i documenti che verranno mandanti in fotocopie devono essere necessariamente autenticati presso il Comune o Prefettura, o notaio o avvocato.

Cosa possiamo fare per voi?

Ai fini dell’iscrizione al HCPC, eseguiamo le traduzioni certificate dei vostri documenti, così come richieste dall’ente.

Se desiderate una consulenza in merito alla traduzione dei vostri documenti è sufficiente che ci inviate via e-mail a info@oltrelingua.it o su WhatsApp al 3519668975 una scansione o foto dei documenti da tradurre.

Traduzioni Canada

State pensando o avete necessità di trasferirvi in Canada da soli o con la famiglia per lavoro o per studio? La prima cosa da fare è richiedere un visto. Esistono vari tipi di visto a seconda le vostre esigenze. Per maggiori informazioni ecco il sito ufficiale dell’Immigration Canada qui

Avete già richiesto il visto e state reperendo i documenti che vi hanno richiesto?

Il nostro consiglio è quello di seguire alla lettera le istruzioni che il Governo Canadese vi invia in modo da non avere sorprese durante la fase della presentazione della documentazione.

Qui elenchiamo alcuni documenti richiesti, ovviamente la documentazione varia a seconda del tipo di visto che vi occorre:

  • passaporto valido almeno 6 mesi
  • due foto tessera
  • modulo di richiesta del visto
  • curriculum vitae
  • diploma/laurea ecc…
  • casellario e i carichi pendenti di tutti i paesi in cui avete soggiornato per più di sei mesi dopo i diciotto anni.

Cosa possiamo fare per voi

Noi ci occuperemo della traduzione e certificazione dei documenti che il Governo Canadese richiede che siano tradotti. Visto che il Governo Canadese vi richiede che la documentazione venga inviata on line in pdf con scansioni a colori, rende il processo molto semplice e rapido.

Per la traduzione certificata dei documenti standard come il casellario, i carichi pendenti siamo in grado di consegnare le traduzioni certificate via email in pdf in un’ora dalla conferma dell’ordine.

Se desiderate una consulenza in merito alla traduzione dei vostri documenti è sufficiente che ci inviate via e-mail a info@oltrelingua.it o su WhatsApp al 3519668975 una scansione o foto dei documenti da tradurre.

Traduzioni RCVS – Royal College of Veterinary Surgeons

Possiedi una laurea in Medicina Veterinaria e vuoi iscriverti al RCVS – Royal College of Veterinary Surgeons?

Qui di seguito ti spieghiamo brevemente quali sono gli step per iscriversi:

1) Prima di tutto devi essere in possesso della laurea in medicina veterinaria di una delle seguenti Università:

  • Bari
  • Bologna
  • Camerino
  • Catanzaro
  • Messina
  • Milano
  • Napoli
  • Padova
  • Parma
  • Perugia
  • Pisa
  • Sassari
  • Teramo
  • Torino

2) In seguito, devi collegarti al sito del RCVS per scaricare il registration form, clicca qui per scaricarlo.

Una volta scaricato il registration form compilalo in tutte le sue parti.

Segui tutte le indicazioni che troverai sul sito del RCVS. Ricorda che i documenti andranno presentati di persona presso l’ufficio di Londra, quindi non dimenticare di prendere un appuntamento.

3) Infine devi reperire i documenti richiesti.

Qui la pagina del RCVS dedicata ai richiedenti italiani.

I documenti richiesti per l’iscrizione sono:

  • il certificato di laurea o la pergamena (se in tuo possesso)
  • il certificato di abilitazione alla professione
  • il certificato di onorabilità professionale rilasciato dal Ministero della Salute

Questi tre documenti ovviamente dovranno essere tradotti. Ti ricordo che l’RCVS (Royal College of Veterinary Surgeons) richiede e pertanto accetta solo delle traduzioni certificate.

Cosa possiamo fare per voi?

Ai fini dell’iscrizione al RCVS (Royal College of Veterinary Surgeons), eseguiamo le traduzioni certificate dei vostri documenti, così come richieste dall’ente. È sufficiente che ci inviate via e-mail a info@oltrelingua.it o su WhatsApp al 3519668975 una scansione o foto dei documenti da tradurre, in due giorni lavorativi riceverete le traduzioni a casa.

Traduzioni VCI – Veterinary Council of Ireland

Possedete una laurea in Medicina Veterinaria e volete iscrivervi al VCI – Veterinary Council of Ireland?

Qui di seguito vi spieghiamo brevemente quali sono gli step per iscriversi:

  1. Prima di tutto dovete collegarvi al sito del VCI (cliccate qui) ed effettuare la registrazione on line.
  2. Preparate i documenti richiesti. Ricordate che i documenti che invierete in fotocopia devono essere autenticati presso il comune, un notaio o un avvocato. Di seguito troverai una tabella riassuntiva dei documenti richiesti:
DocumentiCopie autenticateTraduzione certificata in inglese
Certificato di laurea o pergamenaXX
Certificato di laurea con elenco materieXX
Passaporto o carta di identitàXX
Certificato di iscrizione alboXX

Cosa possiamo fare per voi?

Ai fini dell’iscrizione al VIC (Veterinary Council of Ireland), eseguiamo le traduzioni certificate dei vostri documenti, così come richieste dall’ente. È sufficiente che ci inviate via e-mail a info@oltrelingua.it o su WhatsApp al 3519668975 una scansione o foto dei documenti da tradurre, in due giorni lavorativi riceverete le traduzioni a casa.

Traduzioni certificate

Grazie all’esperienza maturata, conosciamo le differenze burocratiche tra i vari paesi e le particolarità di alcuni enti (come l’albo degli infermieri o l’albo dei farmacisti in Regno Unito), e questo ci permette di poter fornire delle indicazioni guida ai clienti per districarsi nella preparazione delle pratiche.

Cos’è la traduzione certificata?
La traduzione certificata serve a dare valore legale alla traduzione. La traduzione infatti viene accompagnata da un “Certification of Translation Accuracy,” o CTA, rilasciata dall’agenzia di traduzioni, che riporta tutti i dati del traduttore, con firma e timbro, in cui si dichiara di aver tradotto in buona fede e in maniera fedele e completa. I paesi come Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Australia e in generale i paesi anglofoni richiedono questo tipo di traduzione.

Se desiderate una consulenza in merito alla traduzione dei vostri documenti è sufficiente che ci inviate via e-mail a info@oltrelingua.it o su WhatsApp al 3519668975 una scansione o foto dei documenti da tradurre.

Riconoscimento del Servizio Sanitario nel Regno Unito

Avete prestato servizio per un certo periodo all’estero nel campo sanitario, per esempio come infermiere, ostetrica o dottore e adesso richiedete che il vostro servizio venga riconosciuto in Italia e non sapete come fare? Nessun problema, cliccando qui troverete una dettagliata guida sulla procedura da seguire.

Nota bene: una volta ottenuto il documento attestante il vostro servizio sanitario prestato all’estero, presso “l’Ente pubblico” o “l’Istituzione di interesse pubblico” o “l’Istituzione privata senza scopo di lucro”, prima di presentare domanda al Ministero della Salute dovete provvedere a far tradurre i vostri certificati redatti in lingua straniera in italiano.

Cosa possiamo fare per voi?

Ai fini per il riconoscimento del servizio sanitario prestato nel Regno Unito, eseguiamo le traduzioni così come richieste dal Consolato Generale d’Italia.

La procedura è molto semplice in quanto i documenti e le relative traduzioni devono essere vidimate presso l’ufficio notarile del Consolato Generale d’Italia a Londra. Una volta vidimate le traduzioni saranno valide sul territorio italiano.

Per esempio se siete infermieri nel Regno Unito dopo aver ottenuto il certificato di prestato servizio presso l’NHS o ente simile, per ottenere la vidimazione della documentazione presso il Consolato Generale d’Italia, dovete richiedere un appuntamento all’Ufficio Notarile.

Nota bene: prima di fissare l’appuntamento bisogna inviare la traduzione in formato word al Consolato Generale d’Italia.

Per i dettagli e i contatti del Consolato Generale d’Italia a Londra clicca qui

Se desiderate una consulenza in merito alla traduzione dei vostri documenti è sufficiente che ci inviate via e-mail a info@oltrelingua.it o su WhatsApp al 3519668975 una scansione o foto dei documenti da tradurre.

Traduzione per la cittadinanza italiana

Se sei un cittadino straniero e vuoi ottenere la cittadinanza italiana per esempio per il cosiddetto “ius soli”, per contrarre matrimonio, per il permesso di soggiorno o per altri motivi, sei nel posto giusto. Sul nostro blog cliccando qui troverai un articolo che ti darà alcune informazioni su quali documenti occorrono per l’ottenimento della cittadinanza italiana.

Nota bene: qui troverai solo una piccola lista non esaustiva dei documenti più richiesti. Consigliamo sempre di rivolgervi alle Prefetture di competenza al fine di conoscere i documenti da presentare riguardanti il vostro caso.

Documenti necessari per la cittadinanza italiana

  • Certificato di nascita
  • Certificati attestanti la discendenza
  • Certificato di matrimonio
  • Certificato di divorzio

tutti i documenti devono essere muniti di Apostille o legalizzazione a seconda se il vostro paese di origine fa parte o meno della Convenzione dell’Aja.

Cosa possiamo fare per voi

Possiamo tradurre e consegnarvi le traduzioni asseverate/giurate in tempi brevissimi. Contattateci per un preventivo rapido e gratuito inviandoci una scansione o foto dei documenti da tradurre via email a info@oltrelingua.it o su WhatsApp al 3519668975.